Logo di Ridurreildebito.it

ROTTAMAZIONE TER E SALDO E STRALCIO: ARRIVANO LE RISPOSTE!

Per i contribuenti che hanno presentato la domanda di adesione alla Definizione Agevolata 2018, entro giugno 2019 (Rottamazione Ter) e ottobre 2019 (Saldo e Stralcio) arrivano le risposte con una “Comunicazione” da parte dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Mentre al Governo si discute l’idea di una nuova edizione della rottamazione e del saldo e stralcio delle cartelle, da inserire con un emendamento nel D.l. Crescita 34/2019, vi aggiorniamo sulla seconda fase della Definizione Agevolata 2018, che interessa i contribuenti che hanno presentato domanda di adesione alla rottamazione-ter o al saldo e stralcio:

 

  • L’Agenzia delle Entrate-Riscossione, ENTRO IL 30 GIUGNO 2019, invierà una “Comunicazione” informativa ai contribuenti che hanno presentato richiesta per la ROTTAMAZIONE-TER nella quale, in caso di accettazione, sarà indicato l’ammontare complessivo delle somme dovute, l’importo e la scadenza di ogni rata e i relativi bollettini di pagamento. Nel caso in cui il contribuente, al momento della presentazione della domanda, avesse scelto di pagare in un’unica soluzione dovrà provvedere al pagamento entro il 31 luglio 2019, mentre per coloro che hanno scelto la rateizzazione questa sarà prevista per un massimo di 18 rate consecutive in 5 anni (31/07/2019 e 30/11/2019 le prime due, con cui corrispondere il 10% della somma dovuta); al contrario, in caso di rifiuto, verranno comunicate le motivazioni per cui l’istanza di adesione alla definizione agevolata non è stata accolta.

 

  • ENTRO IL 31 OTTOBRE 2019, invece, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione invierà una “Comunicazione” informativa  ai contribuenti che hanno presentato richiesta di adesione al SALDO E STRALCIO, con l’indicazione delle somme dovute, l’importo e le scadenze delle rate e i relativi bollettini di pagamento.  In questo caso coloro che hanno scelto di estinguere il debito in un’unica soluzione dovranno corrispondere le somme entro il 30 novembre 2019, mentre per coloro che hanno scelto di pagare in 5 rate gli importi saranno suddivisi tra il 30 novembre 2019 e il 31 luglio 2021 (30/11/2019 – 31/03/2020 – 31/07/2020 – 31/03/2021 – 31/07/2021); al contrario, in caso di rifiuto, verrà inviata al contribuente la “Comunicazione” con le motivazioni del mancato accoglimento. In più, in quest’ultima ipotesi, per  i tributi che rientrano tra quelli definibili ci sarà l’automatica inclusione nel provvedimento di rottamazione-ter: nella “Comunicazione” saranno inseriti gli effettivi importi dovuti che il contribuente può scegliere di pagare in un’unica soluzione entro il 30 novembre 2019 oppure in un numero massimo di 17 rate suddivise in 5 anni (la prima, corrispondente al 30% del dovuto, entro il 30 novembre 2019).

Il sovraindebitamento

Il sovraindebitamento è una procedura introdotta dalla legge n. 3/2012 che tutela i debitori

Scopri di più

Le Faq

Leggi tutte le risposte alle domande più frequenti dei nostri utentii o contattaci per porci la tua.

Vai alle Faq

I servizi

Scopri tutta la vasta gamma di servizi proposti da ridurreildebito.it per le aziende e le famiglie

Leggi tutti i servizi

Per qualsiasi informazione scrivici una mail a: info@ridurreildebito.it


oppure per telefono al Numero Verde