Logo di Ridurreildebito.it

Sovraindebitamento: a Bologna riaperta procedura di ristrutturazione

Il Tribunale dichiara inammissibile un accordo di ristrutturazione, ma grazie ad un reclamo del nostro staff la procedura viene riaperta! 

Empty asphalt road towards the big cloud and signs symbolizing success and safety

Un imprenditore nostro assistito ha presentato il ricorso per una procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento che purtroppo era stata, in prima battuta, dichiarata inammissibile.

Grazie ad un dettagliato reclamo del nostro team legale però, il Tribunale di Bologna, riapre la procedura di accordo di ristrutturazione e non solo. Fissa l’udienza e blocca tutte le procedure esecutive in corso!

 Ancora una volta un passo verso un successo per lo staff di Ridurre il Debito e soprattutto per il nostro cliente!

Clicca qui e leggi il decreto del Tribunale di Bologna

Procedura di Liquidazione aperta a Mantova. Creditori Bloccati!

Blocco pignoramenti bolognaIl Tribunale di Mantova accoglie tutte le richieste del nostro staff e apre una procedura di liquidazione del patrimonio

Dopo una prima fase di analisi, volta a valutare tutte le possibili soluzioni adatte alla situazione dei nostri assistiti, il Tribunale di Mantova  ha aperto con un decreto ufficiale una procedura di liquidazione del patrimonio e ha accolto il blocco di tutte le azioni esecutive in corso!

 Un primo passo che permette quindi al nostro cliente di iniziare a vivere con un pò di tranquillità in più in quanto tutelato dl decreto del Tribunale e una prima soddisfazione per lo staff di Ridurre il Debito

Clicca qui e leggi il Decreto di apertura della Liquidazione del patrimonio

OMOLOGATO PIANO AL TRIBUNALE DI PISA

Il legge 3/2012Tribunale di Pisa accoglie ed omologa una procedura di sovraindebitamento di un nostro cliente che ottiene così un’importante riduzione dei propri debiti e un piano di rientro realmente sostenibile!

 

Con il decreto di omologa allegato, il Tribunale di Pisa ha accolto il ricorso per la procedura di sovraindebitamento che lo staff di Ridurre il Debito ha presentato. Nella sentenza non solo viene omologato il piano di rientro redatto ad hoc per il nostro cliente, ma il Tribunale ha anche accolto la richiesta di cessazione immediata di un pignoramento subito in busta paga.

Con il piano omologato il nostro cliente ha quindi ottenuto uno stralcio del 77% dei debiti chirografari e il 33% dei debiti privilegiati  (risparmiando oltre 40.000€ tra debiti con Equitalia e finanziarie varie su un totale di 94.000€) e la restante parte spalmata in un piano rateale calcolato sulle sue reali possibilità.

Un’altra splendida vittoria della quale siamo lieti di gioire insieme al nostro cliente!

Leggi qui il decreto di omologa

OMOLOGATO PIANO DI RIENTRO A LIVORNO!!!

Legge 3/2012Ancora una volta arriva una bellissima vittoria dello Staff di Ridurre il Debito che ottiene l’omologa di un altro piano di rientro al Tribunale di Livorno!

Dopo i primi provvedimenti presi dal giudice (blocco cessione e pignoramento) arriva finalmente il decreto di omologa definito per un nostro cliente dal Tribunale di Livorno. Con l’omologa il Giudice ha accettato il piano di rientro che era stato presentato dal nostro staff. Per il nostro cliente significa quindi avere ora una situazione debitoria realmente sostenibile sostenibile e il ritrovamento della tanto desiderata serenità. Ancora una volta le legge 3/2012 ha portato i suoi frutti e non possiamo che essere festeggiare insieme al nostro cliente!

Leggi il decreto di omologa

 

BOLOGNA: BLOCCATO SFRATTO E PIGNORAMENTO CON LA LEGGE 3/2012

Bloccato sfratto a Bologna

Il Tribunale di Bologna, in attesa che si perfezioni la procedura di liquidazione, blocca tutti gli atti esecutivi in carico al richiedente.

Il tribunale di Bologna è ancora protagonista di una storia di successo del nostro staff che ha presentato, insieme al ricorso per l’ammissione alla procedura di liquidazione delle patrimonio per la composizione della crisi da sovraindebitamento, una richiesta di blocco di tutte le azioni esecutive in carico al nostro cliente. Nello specifico:

  • blocco di uno sfratto
  • blocco di un’esecuzione immobiliare per cui era già stata fissata l’asta
  • blocco di un pignoramento mobiliare

A questo punto non ci resta che continuare a lavorare per il nostro cliente e portare in fondo la procedura con il miglior risultato possibile!

Clicca qui e leggi il Decreto del Tribunale

Emendamento rottamazione Equitalia: possono accedere tutti!

L’emendamento alla Definizione Agevolata approvato la scorsa settimana riapre le porte della rottamazione per tutti coloro i quali hanno cartelle esattoriali relative al periodo Gennaio 2000 a Settembre 2017. Ecco tutto quello che c’è da sapere:

Equitalia rottamazione bis

Rottamazione bis 2018: cos’è?

Grazie alla rottamazione bis prosegue anche nel 2018 il beneficio fiscale introdotto quest’anno con l’articolo 6 del Dl 193/2017, ovvero uno “sconto” sulle cartelle esattoriali notificate dal 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2016.

Aderendo alla cd. sanatoria Equitalia o Rottamazione Equitalia si può ottenere sconto sul debito azzerando sanzioni e degli interessi di mora e pagando solo il tributo, gli interessi affidati all’agente della riscossione e l’aggio, spese per notifica delle cartelle ed eventuali procedure esecutive.

 

Il Decreto

Ecco le ultime novità introdotte dal Senato al decreto collegato alla Legge di Bilancio 2018, alla nuova rottamazione bis 2018:

Alla rottamazione bis 2018, potranno aderire tutti, anche chi non ha presentato la domanda di adesione alla prima edizione della definizione agevolata di Marzo 2017. Nello specifico:

1) I cittadini che non hanno aderito alla prima rottamazione possono farlo ora, entro il 15 maggio 2018. Ciò significa che i contribuenti possono aderire alla definizione agevolate delle cartelle notificate dal 2000 al 30 settembre 2017. 

In caso di rateizzazione  il numero di rate massimo è 5, con le seguenti scadenze:

  • Luglio 2018;
  • Settembre 2018;
  • Ottobre 2018;
  • Novembre 2018;
  • Febbraio 2019.

2) I cittadini che hanno aderito alla prima rottamazione ma non hanno saldato le rate di Luglio e Settembre, possono rientrare nella rottamazione se provvedono a pagare le rate omesse  entro il 7 dicembre 2017

3) Per coloro che hanno partecipato alla prima rottamazione ma ne sono stati esclusi perché non hanno pagato le rate successive, possono rientrare nella nuova rottamazione bis se:

  • entro il 31 marzo 2018, pagano le rate scadute in un’unica soluzione;
  • entro il 31 luglio 2018: pagano l’importo condonato + interessi di mora.

Per tutti la scadenza per aderire alla rottamazione è il 15 maggio 2018.

 

Rottamazione cartelle Equitalia 2018: I Requisiti

Possono presentare la domanda di rottamazione tutti colo hanno i seguenti requisiti:

A) Chi non ha pagato le rate condonate di luglio e settembre: i contribuenti ammessi alla prima rottamazione che non hanno provveduto a pagare le rate scadute a luglio e settembre, possono essere riammessi se versano le suddette rate entro il 7 dicembre.

B) Chi ha ricevuto un rigetto dell’istanza per la rottamazione 2017.  L’accesso alla rottamazione, può essere esercitato presentando l’apposita domanda per via telematica ad Equitalia entro il 31 dicembre 2017, indicando le modalità scelta per il pagamento, e pagare le rate scadute entro il 31 maggio 2018. Successivamente sarà possibile versare con al massimo 3 rate, con scadenza settembre, ottobre e novembre 2018.

C) Chi ha ricevuto la notifica di una cartella di pagamento dal 1° gennaio 2000 al 30 settembre 2017: può accedere alla nuova rottamazione bis, se presenta l’apposita domanda entro il 15 maggio 2018 e versa l’importo condonato al massimo in 5 rate di pari importo Per cui occorre:

  • entro il 15 maggio 2018: inviare la domanda rottamazione cartelle bis 2018;
  • entro febbraio 2019: versare le 5 rate della rottamazione 2018 aventi scadenza:
    • luglio 2018;
    • settembre 2018;
    • ottobre 2018
    • novembre 2018;
    • febbraio 2019.

Per qualsiasi altra informazione non esitate a contattarci, il nostro staff sarà felice di darvi tutte le informazioni necessarie!

 

APPROVATO IL DECRETO DELLA NUOVA ROTTAMAZIONE EQUITALIA

Rottamazione Equitalia

Finalmente è arrivata l’approvazione del decreto per la nuova Definizione Agevolata dei debiti verso l’ex Equitalia con delle importanti novità! 

Il Parlamento ha approvato il decreto legge n 148/2017 che introduce la nuova rottamazione delle cartelle esattoriali.

Molte le novità nel nuovo decreto tra cui:

  • Le rate di Luglio e Settembre sono state prorogate al 30/11/17
  • Potrà accedere anche chi aveva aderito alla vecchia definizione agevolata ma non ha saldato le prime 2 rate di Luglio e Settembre
  • Al contrario della prima rottamazione potrà accedere anche chi ha delle rateizzazioni scadute in corso

Il nostro staff sta già studiando nel dettaglio la materia per dare la miglior consulenza possibile a tutti i coloro desiderano maggiori informazioni!

Clicca qui e leggi il Decreto

 

BOLOGNA CI DA RAGIONE: BLOCCATI PIGNORAMENTI E CESSIONE DEL QUINTO!

Blocco pignoramenti bolognaIl Tribunale di Bologna accoglie tutte le richieste del nostro staff su una procedura di liquidazione del patrimonio

In attesa che si perfezioni la liquidazione del patrimonio, procedura che i nostri assistiti hanno scelto  per risolvere la loro crisi da sovraindebitamento, il Tribunale di Bologna ha accettato con un decreto ufficiale tutte le richieste del nostro staff che ha richiesto:

  • Blocco degli atti esecutivi in atto
  • Blocco della cessione del 1/5 dello stipendio di uno dei coniugi
  • Esclusione dell’automobile di famiglia dalla liquidazione
  • Esclusione dello stipendio dalla procedura di liquidazione

Si tratta ancora una volta di un successo dello staff Ridurre il Debito che riesce a portare a casa un risultato importante grazie al duro lavoro e mette i nostri clienti nelle condizioni di affrontare con maggiore serenità la loro situazione economico-familiare

Clicca qui e leggi il decreto di omologa

Pignoramenti sospesi in attesa dell’omologa del piano a Livorno

Anche presso il Tribunale di Livorno lo Staff di Ridurre il Debito conquista una piccola grande vittoria!

blocco pignoramenti Livorno

Una nostra cliente infatti aveva subito un pignoramento dei due conti correnti ad opera di alcune finanziarie. Grazie al nostro lavoro però il giudice ha sospeso i gli atti esecutivi in attesa dell’udienza in cui si discuterà l’omologa definitiva del piano di rientro.

Di conseguenza sono anche cessate le estenuanti telefonate degli uffici di recupero credito delle varie finanziarie!

Un altro grande successo!

Clicca qui e leggi il decreto

Bloccato pignoramento Equitalia sullo stipendio

blocco pignoramento equitalia pisaAncora una volta arriva una piccola grande vittoria  dello staff di Ridurre il Debito. Il Tribunale di Pisa blocca un pignoramento del quinto dello stipendio di Equitalia in attesa dell’omologa del piano di rientro!

Il nostro assistito aveva accumulato negli anni un debito complessivo superiore a € 130.000, di cui cartelle esattoriali per oltre € 100.000.

Equitalia aveva pertanto predisposto un pignoramento del quinto dello stipendio. 

Grazie al duro e scrupoloso lavoro dello Staff di Ridurre il Debito il Tribunale di Pisa ha omologato il blocco del pignoramento in attesa della sentenza in cui verrà omologato il nuovo piano di rientro!

Clicca e leggi il Decreto di del Tribunale di Pisa

Il sovraindebitamento

Il sovraindebitamento è una procedura introdotta dalla legge n. 3/2012 che tutela i debitori

Scopri di più

Le Faq

Leggi tutte le risposte alle domande più frequenti dei nostri utentii o contattaci per porci la tua.

Vai alle Faq

I servizi

Scopri tutta la vasta gamma di servizi proposti da ridurreildebito.it per le aziende e le famiglie

Leggi tutti i servizi

Contattaci per una consulenza gratuita via email: info@ridurreildebito.it


oppure per telefono al Numero Verde